Acque di scarico dell’industria e dell’artigianato

Industria e artigianato hanno un enorme fabbisogno d’acqua. L’acqua viene impiegata come materia prima, detergente, mezzo di trasporto, solvente o vettore energetico e, dopo l’uso, viene scaricata sotto forma di acque di scarico.

Le acque luride dell’industria o dell’artigianato si differenziano notevolmente dalle acque luride domestiche per composizione, quantità e regime idrogeologico. Ogni settore e in genere anche ogni singola azienda ha delle caratteristiche specifiche proprie in riferimento a questi parametri. Per quanto concerne le sostanze presenti e le relative concentrazioni, le acque di scarico possono essere tra loro molto diverse; per ogni azienda è pertanto importante chiarire come devono essere trattate le acque di scarico.

Documenti di carattere generale

Riferimento Documento
Studio sui microinquinanti nell’industria e nell’artigianato del sett. 2015 Mikroverunreinigungen aus Industrie und Gewerbe
Regolamentazione nell’ordinanza per la protezione delle acque (OPAc) Anhang 3.2 Einleitung von Industrieabwasser in Gewässer oder in die öffentliche Kanalisation
Articolo di rassegna (VOKOS Cantone BE) Sachplan Siedlungsentwässerung: Kapitel 4 – Industrie und Gewerbe
Avvertenze relative all’immissione di acque di scarico dell’industria e dell’artigianato nelle canalizzazioni pubbliche della DWA (Germania) Merkblatt DWA-M 115: Indirekteinleitung nicht häuslichen Abwassers
Sito web su rifiuti e riciclaggio Alle Informationen zum Thema Abfall und Recycling
xeiro ag